Illusioni Perdute

Illusioni Perdute (Illusions Perdues) è un film di Xavier Giannoli con Benjamin Voisin, Cécile de France, Vincent Lacoste, Xavier Dolan, Salomé Dewaels, Jeanne Balibar, Gérard Depardieu, André Marcon, Louis-Do de Lencquesaing. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Honoré de Balzac ed era in concorso alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia 2021. Il regista ha affermato di essersi preso delle libertà, rispetto al testo del romanzo originale, per poter esprimere meglio lo spirito moderno della vicenda raccontata. Ed infatti, anche se siamo in Francia nel 1820, sembra che nulla sia cambiato da allora fino ai giorni nostri. Mentre seguiamo il tentativo di scalata sociale di Lucien Chardon, un giovane poeta sconosciuto, verso la fama e la ricchezza, ritroviamo tutti i medesimi meccanismi, palesi e/o nascosti, atti a favorire l’ascesa verso una vetta molto ambita da tutti. Per riuscire in questa ardua impresa, in un mondo governato dalla legge del profitto ad ogni costo, occorre che siano attuati cinicamente e con rigore scientifico quegli atteggiamenti che sembrano (sono) del tutto attuali anche oggi. Un lungo film che in più di due ore racconta la vita, la fatica per raggiungere il successo e l’ambizione. Una commedia arguta e crudele che non risparmia critiche al sistema della comunicazione, duecento anni fa come adesso. Una ricostruzione storica ma ancor più sociale ed umana per innalzare al cielo un grido non di dolore, quanto di dispiacere. O forse no. Honoré de Balzac lanciò un sasso, scagliandolo contro un mondo distorto e il regista Xavier Giannoli lo ha raccolto, rilanciandolo a sua volta. Il risultato è un film maestoso, nella forma e nella sostanza. Nonostante la lunga durata, e grazie anche agli interpreti di classe, non ci si annoia mai.

Il film uscì in Italia il 30 dicembre 2021 (in un periodo di piena pandemia da Covid) ed incassò 350.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.