Fuga da Alcatraz

Fuga-da-Alcatraz

San Francisco, 18 gennaio 1960. È una fredda serata invernale e piove intensamente. Il detenuto Frank Morris viene condotto nella prigione di massima sicurezza di Alcatraz (su un’isola della baia) ma, non appena entra nella sua cella, inizia subito a pensare all’evasione. L’immagine più iconica è quella di Morris (Clint Eastwood) nudo, dietro le sbarre appena richiuse, con la guardia che pronuncia la fatidica battuta “benvenuto ad Alcatraz” mentre si ode il fragore di un tuono e la luce del relativo fulmine che illumina per un attimo la figura del prigioniero. La breve sequenza è divenuta un piccolo cult tanto da essere ripresa e parodiata in molte occasioni. Il film Fuga da Alcatraz (Escape from Alcatraz) è del 1979. Il personaggio di Frank Morris (Clint Eastwood) è ispirato a quell’unico detenuto che riuscì davvero ad evadere da quel famoso carcere soprannonimato “La Roccia”. Il regista del film è l’amico di sempre di Eastwood cioè quel Donald Siegel con cui collaborò in molti film. La curiosità principale è legata al fatto che Fuga da Alcatraz incontrò aspre difficoltà per poter essere girato in quello che era ormai diventato una meta per turisti. Bisognava ridargli le sembianze di un carcere in piena attività e questo costò molto tempo e denaro. In realtà tutti gli sforzi fatti vennero ben ripagati. Il film mise d’accordo sia la critica che il pubblico. Ottenne fin da subito recensioni positive ed incassò una somma molto soddisfacente al botteghino. Interpreti principali: Clint Eastwood, Patrick McGoohan, Roberts Blossom, Jack Thibeau, Fred Ward, Paul Benjamin, Larry Hankin. Regia di Don Siegel. A nostro parere Fuga da Alcatraz è il secondo miglior film di sempre sul tema delle evasioni dal carcere. Il primo resta Le ali della libertà (The Shawshank Redemption) con Tim Robbins e Morgan Freeman del 1994 che vi consigliamo di recuperare al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.